Archivio dei tag Unico 2013

Diredazione

Unico, test di congruità sui versamenti

L’autore evidenzia che nella predisposizione della dichiarazione da presentare entro la fine del mese di settembre le società devono verificare la correttezza del calcolo delle imposte alla luce dei più recenti chiarimenti ministeriali, correggendo eventuali errori tramite il ravvedimento (una particolare attenzione va posta alla deducibilità delle perdite su crediti dopo la circolare 26/E del 1° agosto scorso).

Diredazione

Imu dovuta da indicare in Unico

Nessun obbligo per il coniuge che invece resta tenuto al pagamento dell'Irpef. L'importo dell'Imu dovuta, anche se non versata o versata in misura inferiore, deve essere indicata nel quadro dei fabbricati della dichiarazione dei redditi, in corrispondenza dell'immobile cui si riferisce. Se invece l'imposta municipale non è dovuta, ad esempio perché si ricade in una ipotesi di esenzione, la colonna "Imu dovuta per il 2012" non deve essere compilata ...

Diredazione

Fisco 2013, nuovo calendario

La proroga per i versamenti di Unico 2013 è ufficiale: è stato infatti pubblicato sul sito del Ministero dell'Economia il decreto del 13 giugno che prevede il differimento a lunedì 8 luglio per il versamento delle imposte in scadenza il 17 giugno.

Diversamente dallo scorso anno, dove la proroga riguardava indistintamente tutte le persone fisiche, a prescindere dal fatto di essere o meno soggette agli studi di settore, la proroga di quest'anno riguarda, in particolare, le persone fisiche, e i soggetti collettivi, società di persone e società di capitali comprese, che esercitano attività per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, a prescindere dall'esistenza di cause di esclusione o di inapplicabilità, e che dichiarano ricavi o compensi non superiori al limite stabilito dalla legge. Inoltre, beneficiano della proroga anche i contribuenti che applicano il regime dei superminimi con il forfait del 5 per cento.

Diredazione

Per le tasse 3 settimane in più

Il Ministero dell’Economia ha ufficializzato la proroga per il pagamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni Unico e I.R.A.P. 2013. Il differimento della scadenza interessa i contribuenti soggetti agli studi di settore, mentre dal punto di vista oggettivo è stato chiarito che la proroga non riguarda solo IRPEF ed IRES, ma anche, tra le altre, la cedolare secca e i prelievi sulle attività immobiliari e finanziarie detenute all'estero (IVIE e IVAFE). Il Ministero ha inoltre puntualizzato che la proroga coinvolge anche i soci di imprese in regime di trasparenza, nonché i contribuenti “nuovi minimi” che aderiscono al regime agevolato.