Archivio dei tag Equitalia

Diredazione

Prove light per Equitalia

La Corte di cassazione con la sentenza n. 10326 del 13 maggio ha respinto il ricorso di un cittadino che contestava ben trentadue intimazioni di pagamento perché, aveva sostenuto, non precedute dalle rispettive cartelle. Infatti in caso di contestazione da parte del contribuente dell'intimazione di pagamento, Equitalia non è tenuta a produrre in giudizio la copia integrale della cartella essendo sufficiente un estratto del ruolo che riporti la data della notifica, semplificando gli oneri processuali a carico della società di riscossione.

Diredazione

Ripresi i pignoramenti a chi non paga le rate

Per L'applicazione retroattiva delle nuove regole introdotte col decreto "del fare" (Dl 69/2013), si era inevitabilmente creata l'aspettativa che a livello istituzionale, pur nella consapevolezza della reale portata della novella di legge, che vi era la volontà di venire comunque incontro alle esigenze dei contribuenti. La prima "forzatura" ha riguardato la disciplina della decadenza dalle rateazioni. Mentre le regole previgenti disponevano la decadenza dalla dilazione col mancato pagamento di due rate consecutive, quelle attuali richiedono il mancato pagamento di otto rate complessive. Nella nota di Equitalia, si avanzava la tesi che i nuovi requisiti potessero essere utilizzati anche per rimettere in termini i contribuenti che, al 22 giugno 2013, erano incorsi nell'omesso pagamento di due rate. Con la risoluzione n. 32 del 2014 dell'agenzia delle Entrate precisa che la vigente condizione di decadenza trova applicazione anche con riguardo alle rateazioni precedenti, purchè si tratti di rateazioni non decadute alla data di entrata in vigore del Dl 69/2013.

Diredazione

Prime case, via libera a Equitalia

Equitalia può procedere alle espropriazioni se queste sono state avviate fino al 22 giugno dello scorso anno, data di entrata in vigore del "Dl del fare" (n. 69/2013), perchè sui «vecchi» pignoramenti di prime case non si applica lo scudo, anche perchè le garanzie previste dal DL del fare si applicano solo dal momento di effettiva vigenza delle norme più favorevoli al contribuente. E'questa la risposta fornita dal Ministero dell'Economia all'interrogazione del deputato Giovanni Paglia (Sel) in commissione Finanze alla Camera, letta dal sottosegretario, Enrico Zanetti. Il provvedimento varato dal Governo Letta ha inibito a Equitalia di procedere all'espropriazione se l'immobile è l'unico di proprietà del debitore a condizione che sia adibito ad uso abitativo e vi risieda anagraficamente e non si tratti di abitazioni di lusso e di quelli classificati nelle categorie catastali A/8 e A/9 (villini e ville).

Diredazione

Fallimenti, pass per Equitalia

Un principio affermato di recente dalla Cassazione, con la sentenza n. 6126 del 17 marzo scorso, Equitalia può chiedere l’ammissione al passivo fallimentare senza la necessità di notificare preventivamente al curatore la cartella esattoriale sulla base del combinato disposto delle norme relative alle insinuazioni al passivo previste dalla legge fallimentare nel testo riformulato a seguito della riforma di cui al D.Lgs n. 169/2007 e di quelle degli artt. 87 e 88 del D.P.R. n. 602/1973. Se i creditori avranno eccezioni da proporre, potranno ammettere al passivo il relativo credito con riserva, proponendo azioni in giudizio.